Euro 2020, l’arbitro multi-milionario di Italia-Inghilterra? “Come nasce la sua carriera”, la scoperta su Kuipers – Libero Quotidiano

Ora, mancano soltanto poche ore alla finalissima di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra. Appuntamento per questa sera, ore 21, a Wembley. E in questi ultimi giorni si è fatto un gran parlare dell’arbitro, Bjorn Kuipers, 48 anni, che chiuderà la sua carriera proprio con il match di stasera. Il punto è che da più parti si sono levate voci impaurite da “pastette” arbitrali, il tutto dopo il generosissimo rigore concesso ai britannici e che è valso all’Inghilterra la finalissima a discapito della Germania.

 

Kuipers è un arbitro, però, incorruttibile. La ragione? Ha un patrimonio dichiarato di 13 milioni di euro, poiché proprietario din una catena di supermercato e di un salone da parrucchiere, attività che fa andare a gonfie vele (alle spalle, una laurea in economia aziendale).

 

E insomma, in molti si sono chiesti: ma Kuipers, che arbitra a fare? Per certo di soldi non ne ha bisogno. E il ruolo dell’arbitro spesso non è poi così appagante, tra polemiche, scontri, accuse e chi più ne ha più ne metta. Bene, una risposta al “ma che arbitra a fare” arriva da Il Giornale, che rivela un aneddoto.  

Si scopre che Kuipers, da giovane, quando giocava a calcio nel Quick ’20, era uno che con gli arbitri attaccava briga spesso e volentieri. Fino a che uno di loro, sul campo, gli disse: “Visto che ne sai più di noi, fai il corso e dimostraci cosa sai fare“. E sapete chi era quell’arbitro? Suo padre, Jan. E così, sfidato dal padre, Bjorn fece il corso. E il resto è storia: una storia che si concluderà tra poche ore con la finale di Euro 2020.

 

Articoli recenti

Storie correlate